Concorso reclutamento nell’Esercito italiano di 11.520 volontari di truppa in ferma prefissata di un anno (VFP 1)

Per l’anno 2011 è indetto il reclutamento nell’Esercito italiano di 11.520 volontari di truppa in ferma prefissata di un anno (VFP 1), ripartiti nei seguenti in quattro blocchi di incorporamento.

Pubblichiamo uno stralcio del bando di concorso per una rapida lettura, per il bando completo si prega di consultare il sito Ufficiale del Ministero della Difesa

a) 1° blocco, con prevista incorporazione nel mese di marzo 2011, 3.400 posti.

La domanda di partecipazione può essere presentata dal 14 settembre al 5 novembre 2010, per i nati dal 5 novembre 1985 al 5 novembre 1992, estremi compresi;

b) 2° blocco, con prevista incorporazione nel mese di giugno 2011, 2.900 posti.

La domanda di partecipazione può essere presentata dall’8 novembre 2010 al 21 gennaio 2011, per i nati dal 21 gennaio 1986 al 21 gennaio 1993, estremi compresi;

c) 3° blocco, con prevista incorporazione nel mese di settembre 2011, 2.900 posti .

La domanda di partecipazione può essere presentata dal 24 gennaio al 15 aprile 2011, per i nati dal 15 aprile 1986 al 15 aprile 1993, estremi compresi;

d) 4° blocco, con prevista incorporazione nel mese di dicembre 2011, 2.320 posti .

La domanda di partecipazione può essere presentata dal 18 aprile al 30 luglio 2011, per i nati dal 30 luglio 1986 al 30 luglio 1993, estremi compresi.

2. Il 10% dei posti disponibili di ciascun blocco è riservato alle categorie previste nell’articolo 3 del decreto legislativo 6 ottobre 2006, n. 275 e indicate nell’allegato A che costituisce parte integrante del presente bando. In caso di mancanza, anche parziale, di candidati idonei appartenenti alle suindicate categorie di riservatari, i relativi posti saranno devoluti agli altri concorrenti idonei dello stesso blocco.

3. Le domande, con indicata la preferenza all’arruolamento per uno specifico blocco, inviate a mezzo posta, secondo le modalità specificate nel successivo articolo 3, entro i termini previsti ma pervenute dieci giorni oltre il termine di scadenza stabilito per ciascun blocco, saranno
ritenute valide per l’arruolamento al blocco successivo. Si fa eccezione per il 4° blocco, per il quale le domande inviate a mezzo posta entro i termini previsti ma pervenute venti giorni oltre il prescritto termine di presentazione saranno considerate irricevibili.

4. E’ ammessa la presentazione di domande di reclutamento per più blocchi, purché non immediatamente successivi e nel rispetto delle date di scadenza stabilite per ognuno di essi.

5. Resta impregiudicata per l’Amministrazione della difesa la facoltà di revocare il presente bando di reclutamento, modificare il numero dei posti, annullare, sospendere o rinviare lo svolgimento delle attività previste dal presente bando, in ragione di esigenze attualmente non
valutabili né prevedibili ovvero in applicazione di leggi di bilancio dello Stato o finanziarie o di disposizioni di contenimento della spesa pubblica. In tal caso, l’Amministrazione provvederà a dare formale comunicazione mediante annuncio che sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale

 

Requisiti di partecipazione
1. Possono partecipare al reclutamento coloro che:
a) siano cittadini italiani;
b) godano dei diritti civili e politici;
c) non siano incorsi in condanne per delitti non colposi (anche ai sensi degli articoli 444 e 445 del codice di procedura penale) o non abbiano a proprio carico procedimenti penali pendenti per lo stesso motivo;
d) non siano incorsi in procedimenti disciplinari conclusi con il licenziamento dal lavoro alle dipendenze da pubbliche amministrazioni, in provvedimenti di proscioglimento da precedenti arruolamenti nelle Forze armate, ad esclusione di quelli a domanda e per inidoneità psico-fisica;
e) siano in possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore). L’ammissione dei candidati che abbiano conseguito un titolo di studio all’estero è subordinata all’equipollenza del titolo stesso rilasciata da un ufficio scolastico regionale o provinciale a loro scelta, che dovrà essere prodotta all’atto della presentazione della domanda, con riportato il giudizio sintetico (sufficiente, buono, distinto e ottimo);
f) siano in possesso dei requisiti di moralità e condotta incensurabili previsti dall’articolo 35, comma 6 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive integrazioni e modificazioni;
g) abbiano un’età compresa tra il compimento del 18° anno ed il compimento del 25° anno;
h) siano idonei sotto il profilo psico-fisico e attitudinale per l’impiego nelle Forze armate in qualità di VFP 1;
i) siano risultati negativi agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool e per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti nonché per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico;
j) siano di statura non inferiore a m. 1,65, se candidati di sesso maschile, e di statura non inferiore a m. 1,61, se candidate di sesso femminile;
k) se candidati di sesso maschile non siano stati ammessi al servizio civile in qualità di obiettore di coscienza, eccetto il caso di successiva rinuncia, ovvero non abbiano assolto gli obblighi di leva quale obiettore di coscienza salvo quanto previsto dall’articolo 15,
comma 7 ter della legge 8 luglio 1998, n. 230;
l) non siano in servizio quali volontari di truppa nelle Forze armate.

2. Tutti i requisiti sopra indicati dovranno essere posseduti fino alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande per ciascun blocco e mantenuti, fatta eccezione per quello dell’età, fino alla data di effettiva incorporazione, pena l’esclusione dal reclutamento.

Domanda di partecipazione
1. Per ciascun blocco la domanda di partecipazione al reclutamento deve essere, a pena di irricevibilità, redatta utilizzando il modello riportato nel citato allegato A, compilato in ogni sua parte osservandone le apposite istruzioni e firmata in originale per esteso dal candidato.
La firma, da apporre necessariamente in forma autografa, non deve essere autenticata. Ai soli fini della compilazione della domanda, può essere utilizzata anche la procedura on-line disponibile sui siti web www.esercito.difesa.it. e www.difesa.it.

2. La domanda deve essere consegnata direttamente ad uno dei Centri documentali indicati nell’allegato B, che costituisce parte integrante del presente bando, il quale provvede a rilasciare ricevuta dell’avvenuta presentazione, ovvero inviata ad uno degli stessi Centri esclusivamente, a pena di irricevibilità, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro i termini di scadenza di presentazione fissati per ciascun blocco. A tal fine fa fede la data apposta dall’ufficio postale accettante.

Le domande possono essere presentate anche presso eventuali Nuclei di ricezione predisposti in occasione di attività promozionali della Forza armata. In tal caso deve essere rilasciata all’interessato la ricevuta dell’avvenuta consegna della domanda, fatta riserva di acquisizione
e accoglimento della stessa da parte del Centro documentale competente. Nella ricevuta deve essere specificato che eventuali integrazioni dovranno pervenire presso il predetto Centro entro la data di scadenza fissata per la presentazione della domanda di ciascun blocco, pena
l’esclusione dal reclutamento o la mancata valutazione degli eventuali titoli di merito non dichiarati e/o documentati. Le domande acquisite (con annessa ricevuta) saranno inviate al Centro documentale indicato dai candidati sul modello di domanda.

3. Coloro che risiedono o si trovano per motivi diversi all’estero possono presentare la domanda, entro i termini stabiliti, all’Autorità diplomatica o consolare che ne curerà l’inoltro al Centro documentale di Roma con la massima sollecitudine. In tali casi per la data di
presentazione fa fede la data di assunzione a protocollo della domanda da parte dell’Autorità diplomatica o consolare.

4. Il candidato deve dichiarare nella domanda, sotto forma di autocertificazione, quanto segue:

a) il cognome, il nome ed il sesso;
b) la data ed il luogo di nascita;
c) il codice fiscale;
d) la residenza;
e) il possesso della cittadinanza italiana;
f) il godimento dei diritti civili e politici;
g) il possesso del diploma d’istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore) ed il giudizio conseguito al termine di detto ciclo di studi, valido ai fini della formazione della graduatoria di cui al successivo articolo 7, unitamente all’indirizzo dell’istituto scolastico ove ha conseguito il diploma stesso;
h) l’eventuale possesso di titoli di merito, preferenza o precedenza di cui al successivo articolo 8 del presente bando di reclutamento;

i) l’eventuale possesso di titoli che danno diritto alla riserva dei posti di cui all’articolo 1, comma 2;
j) l’assenza di procedimenti disciplinari, conclusi con il licenziamento dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni, di provvedimenti di proscioglimento da precedenti arruolamenti nelle Forze armate, ad esclusione dei proscioglimenti a domanda o per inidoneità psico-fisica;
k) di non essere stato ammesso al servizio civile in qualità di obiettore di coscienza, eccetto il caso di successiva rinuncia, ovvero di non avere assolto gli obblighi di leva quale obiettore di coscienza (salvo quanto previsto dall’articolo 15, comma 7-ter della legge 8 luglio 1998, n. 230, così come modificato dalla legge 2 agosto 2007, n. 130);
l) l’eventuale possesso di giudizi di idoneità già ottenuti da non più di un anno dalla data di presentazione della domanda in una selezione psico-fisica e attitudinale, prevista dal precedente reclutamento di volontari in ferma prefissata di un anno ovvero da altro concorso per l’accesso ad una delle carriere iniziali dell’Esercito;
m) di non essere in servizio quale volontario di truppa nelle Forze armate.

Inoltre, deve indicare:

a) eventuali precedenti di mestieri/esperienze lavorative;
b) l’eventuale gradimento per svolgere il servizio in altra Forza armata, indicando quella prescelta in ordine di preferenza;
c) l’eventuale gradimento per l’espletamento del servizio presso i reparti/comandi ubicati nelle regioni elencate nel citato allegato A;
d) il gradimento a prestare servizio presso reparti di paracadutisti dell’Esercito. In tal caso gli arruolandi potranno essere destinati per l’espletamento del servizio, a prescindere dalla regione prescelta, ad unità di paracadutisti sulla base delle esigenze pianificate dalla
Forza armata per ciascun blocco;
e) di accettare, in caso di ammissione all’arruolamento, qualsiasi specializzazione, prevista dal ruolo e/o incarico, assegnata in relazione alle esigenze operative e logistiche della Forza armata e di essere disposto ad essere impiegato su tutto il territorio nazionale ed all’estero;
f) il gradimento a prestare servizio nelle truppe alpine;
g) di aver preso conoscenza del contenuto del bando di reclutamento e di acconsentire senza riserve a tutto ciò che in esso è stabilito.

Alla domanda devono essere allegati:

a) copia fotostatica fronte retro, leggibile, di un documento di riconoscimento in corso di validità, rilasciato da amministrazioni dello Stato e munito di fotografia;
b) copia fotostatica leggibile del codice fiscale;
c) originale o copia autenticata del certificato medico attestante l’idoneità all’attività agonistica sportiva in corso di validità.

Sottoscrivendo la domanda il candidato, oltre a manifestare esplicitamente il consenso alla raccolta e trattazione dei dati personali che lo riguardano e che sono necessari all’espletamento della procedura di reclutamento (il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione), si assume la responsabilità penale e amministrativa in merito ad eventuali dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’articolo 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Il candidato nella domanda di reclutamento deve anche indicare il recapito presso il quale desidera ricevere le comunicazioni, se diverso da quello di residenza, con il relativo codice di avviamento postale e, ove possibile, il numero telefonico fisso e/o mobile, nonché l’indirizzo di posta elettronica. Ogni variazione dell’indirizzo durante l’espletamento delle procedure di reclutamento dovrà essere segnalata, con dichiarazione specifica, direttamente e tempestivamente al Centro documentale presso il quale è stata presentata/inviata la domanda
di partecipazione.

8. L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità circa i possibili disguidi derivanti da errate, mancate o tardive segnalazioni di variazioni del recapito, da ritardate ricezioni da parte dei candidati di comunicazioni dovute a disguidi postali, da altre cause non imputabili a proprie inadempienze dovute a cause di forza maggiore

9. Le domande di reclutamento dei candidati dichiarati idonei ma non risultati utilmente collocati in graduatoria per il blocco richiesto saranno trasportate al blocco non immediatamente successivo. Le domande non saranno trasportate in caso di intervenuta esclusione dalla procedura di reclutamento o per avvenuta incorporazione dei candidati a seguito dell’attuazione delle procedure di cui ai successivi articoli 11 e 12 del presente bando.

10. I candidati che, convocati per l’incorporamento, non si presenteranno presso gli enti addestrativi o che daranno le dimissioni entro i termini previsti, potranno presentare nuova domanda di partecipazione per un blocco non immediatamente successivo.

Fasi del reclutamento

Per ogni blocco, il reclutamento si svolge secondo le seguenti fasi:

a) presentazione della domanda al Centro documentale competente secondo le modalità già specificate nell’articolo 3;
b) acquisizione, istruttoria delle domande e verifica da parte del medesimo ente dei requisiti di cui all’articolo 2, comma 1 fatta eccezione per quelli relativi:
– al possesso della statura minima e dell’idoneità psico-fisica ed attitudinale;
– agli accertamenti diagnostici per abuso di alcool e per l’uso, anche saltuario ed occasionale, di sostanze stupefacenti nonché per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico;
c) esclusione dal reclutamento, da parte dei Centri documentali, dei candidati carenti di detti requisiti, tranne di quelli privi del requisito di moralità e condotta incensurabili e/o che hanno a proprio carico sentenze/decreti penali di condanna per delitti non colposi, di competenza
della Direzione generale per il personale militare (DGPM);
d) accertamento, da parte dei Centri documentali, ai sensi dell’articolo 71 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 del contenuto delle autocertificazioni rese dai candidati nella domanda;
e) consegna, da parte dei Centri documentali, delle domande dei candidati in possesso dei requisiti accertati, corredate della annessa documentazione, alla DGPM – I Reparto – 3ª Divisione – 1ª sezione reclutamento VFP 1 che provvederà, effettuati gli accertamenti di
competenza, al successivo inoltro alla commissione valutatrice di cui all’articolo 6, comma 1, lettera a) del presente bando;
f) valutazione, da parte della predetta commissione valutatrice, dei giudizi riportati dai candidati nel diploma di istruzione secondaria di primo grado e formazione della graduatoria degli ammessi alla valutazione dei titoli di merito;
g) valutazione dei titoli di merito di cui al successivo articolo 8 e formazione della relativa graduatoria;

h) convocazione dei candidati compresi nella graduatoria di cui alla precedente lettera g) presso i Centri di selezione indicati nell’allegato B per l’accertamento dei requisiti d’idoneità psicofisica e attitudinale;
i) formazione, da parte della commissione valutatrice, della graduatoria di merito dei candidati risultati idonei e/o in attesa dell’esito degli accertamenti psico-fisici e attitudinali;
j) approvazione della graduatoria da parte della DGPM;
k) assegnazione ai vari reparti dell’Esercito italiano da parte dello Stato maggiore dell’Esercito ed incorporamento dei candidati utilmente collocati nella graduatoria di cui alla precedente lettera j);
l) decretazione dei candidati incorporati ammessi alla ferma prefissata di un anno nell’Esercito italiano;
m) eventuale decadenza dalla ferma contratta degli arruolati carenti dei requisiti richiesti e accertati successivamente.

Esclusioni

1. Non sono prese in considerazione e comportano, pertanto, l’esclusione dal reclutamento le
domande:
a) presentate da candidati non in possesso dei prescritti requisiti;
b) non redatte utilizzando il modello riportato nell’allegato A;
c) prive della copia fotostatica fronte retro, leggibile, di un documento di riconoscimento in
corso di validità, rilasciato da amministrazioni dello Stato e munito di fotografia;
d) non consegnate secondo le modalità indicate nell’articolo 3, commi 2 e 3;
e) non spedite con raccomandata con avviso di ricevimento;
f) non firmate in originale e in forma autografa dal candidato;
g) redatte e firmate a matita o con penne ad inchiostro cancellabile;
h) contenenti correzioni e/o abrasioni;
i) prive dell’originale o di copia autenticata del certificato medico attestante l’idoneità
all’attività agonistica sportiva in corso di validità.

 

27 pensieri su “Concorso reclutamento nell’Esercito italiano di 11.520 volontari di truppa in ferma prefissata di un anno (VFP 1)

  1. Orny, questo bando l’ho estrapolato dalla gazzetta ufficiale perchè sembra che il sito dell’esercito deve essere ancora aggiornato con il nuovo bando, per questo manca anche il link diretto, in questo stralcio che ho pubblicato puoi iniziare ad informati su molti aspetti del concorso in attesa (penso lunedì/martedì prossimo) della pubblicazione del bando integrale sul sito che dovrebbe essere qui:

    http://www.esercito.difesa.it/root/concorsi/vfp.asp

    ciao

  2. io ho già presentato domanda ieri, però il maresciallo a cui ho presentato la domanda mi ha scoraggiata per il fatto che io non avessi il diploma e mi ha detto che non verrò convocata nemmeno alle visite..comunque sia io non sono ignorante perchè fino alla quarta liceo ci sono andata poi ho dovuto smettere per motivi per personali però il diploma ho intenzione di prenderlo..quindi bo sono demotivata per la risposta del maresciallo

  3. io ho il problema di non rientrare nei minimi d’altezza…sono 1,55-6 mentre il minimo è 1,61 e il maresciallo a cui ho chiesto non mi ha voluto manco dare la domanda di arruolamento perchè “è tempo perso”…
    non riesco a capire qual’è l’importanza dell’altezza e se nn si ha il diploma ecc…a me sembra solo razzismo, che colpa ne ho se non sono alta 1,61 non dovrebbe essere la volontà a contare?? meglio uno più bassino ma competente e volenteroso o uno alto 1,90 che non riesce manco a svegliarsi alle 6 ogni mattina??? boh viva l’uguaglianza -.-

  4. Orny ma stai scherzando ? E’ UN TUO SACROSANTO DIRITTO PARTECIPARE AL CONCORSO !!! Chi è sto maresciallo ? Un medico, un componente della commissione medica ?

    Scarica la domanda qui:
    http://www.esercito.difesa.it/root/concorsi/bandi_rtf/VFP1_2011_all_a.pdf

    STAMPALA E COMPILA I TUOI DATI e poi consegnala senza chiedere a nessuno al distretto della tua città, se vuoi partecipare.

    Se io fossi alto 1,59 0 1,58 o 1,57 CI PROVEREI COMUNQUE, il concorso poi e sempre una bella esperienza da fare !

  5. In relazione alle varie normative regionali le strutture preposte al rilascio del certificato di idoneità agonistica possono essere:

    1- Centri A.U.S.L.
    2- Centri pubblici non A.U.S.L.
    3- Centri privati convenzionati o accreditati
    4- Specialisti convenzionati o accreditati

    QUINDI RIVOLGITI ALL’ASL DI COMPETENZA DEL TUO TERRITORIO:

    http://www.equivalente.it/cont/equivalente-cerca-la-asl/cerca.asp

  6. Ciao 9001, assolutamente NO, la domanda come previsto dall’Art. 2 del bando la puoi fare anche al Consolato o all’Ambasciata:

    3. Coloro che risiedono o si trovano per motivi diversi all’estero possono presentare la domanda, entro i termini stabiliti, all’Autorità diplomatica o consolare che ne curerà l’inoltro al Centro documentale di Roma con la massima sollecitudine. In tali casi per la data di
    presentazione fa fede la data di assunzione a protocollo della domanda da parte dell’Autorità diplomatica o consolare.

  7. ragazzi io ho presentato domanda per il 4 blocco che è scaduto sabato 30 luglio…quanto tempo ci vuole per avere la conferma se devo andare a fare le visite o no?….ps:ho 9.5 sono alto 1.90 e sono del 91…pensate che possa farcela?

    • ho partecipato anch io a questo blocco e nn mi e arrivato ancora nnt volevo sapere se si puo sapere trammite internet se sn stato accetato xk sn piu di tre mesi che l ho fatta e nn ho ancora notizie… mi potete dare una mano?

  8. si sa più o meno quanto tempo ci vuole per ricevere la risposta di idoneità o non idonietà? io ho mandato la domanda due mesi fa, il 28 luglio per la precisione, per il 4° blocco.. è possibile sapere più o meno quando riceverò risposta?

    • Allora io ieri ho avuto l idonieta per partire per il 4 blocco….in pratica l idonieta si ha alla fine delle visite mediche-psicoattitudinali colloqui ecc…prima si ha solo la convocazione per le visite mediche….se non ti e arrivata gia e difficile che ti chiamino perche le visite si fanno fino a meta ottobre quindi gia avresti dovuto avere la convocazione.

  9. Salve, ho 27 anni, ne compio 28 a luglio e vorrei provare a diventare allievo maresciallo nella guardia costiera.
    Potete aiutarmi a trovare il link sul quale posso iscrivermi,per aver superato i 26 anni non riesco a trovarlo, fin’ora ho trovato solo quello per gli over 26.

    grazie mille
    Alessandra

  10. Ciao Alessandra, non ci si “iscrive”, devi sostenere un concorso con delle prove.

    L’ultimo è uscito all’inizio di marzo, quindi dovresti essere ancora in tempo per presentare la domanda, che si compila direttamente on-line su questo sito: http://www.persomil.sgd.difesa.it

    http://cercounlavoro.myblog.it/archive/2012/03/01/concorsi-2012-marescialli-esercito-marina-aeronautica.html

    L’età max è 28 anni, tu ne hai 27 quindi puoi presentarla tranquillamente anche se durante il concorso compi 28 anni

Lascia un Commento